Welfare Manager Aziendale: 200 ore di formazione finanziata per una nuova figura professionale dalle grandi possibilità

Il Welfare Aziendale è diventato uno degli argomenti più in voga del momento. Le opportunità e i benefici che offre alle aziende e ai loro dipendenti sono in effetti innumerevoli.

  • Sgravi fiscaliwelfare manager aziendale
  • Aumento della motivazione del personale.
  • Aumento della produttività.
  • Miglioramento dell’ambiente lavorativo.
  • Richiamo dei migliori talenti.
  • Riduzione turnover del personale.

Anche il nuovo Contratto Nazionale dei Metalmeccanici fa riferimento a questo trend, presentando una novità importante. L’aumento mensile concordato è infatti di 92 euro, e di questi quasi la metà saranno forniti tramite prestazioni di welfare aziendale (vedi l’articolo del Sole 24 ore).

Chi non ha poi sentito parlare di Luxottica e di tutte le misure di welfare applicate a beneficio dei suoi dipendenti? Servizi di medicina preventiva, microcredito di solidarietà, iniziative a favore dei giovani con borse di studio e rimborso tasse universitarie, e molto altro. Passi importanti, che stanno già facendo scuola proprio per i benefici che ne traggono sia i dipendenti che le aziende stesse.

Tanti ne parlano, tanti ne scrivono, ma tra tutte queste informazioni c’è molta confusione. Il Welfare aziendale è un sistema che funziona per aumentare il benessere dei lavoratori e per far ottenere alle aziende vantaggi non solo fiscali, ma nella pratica come funziona? Chi attiva e gestisce un Piano di Welfare?

Per rispondere a questa esigenza, Attivamente propone un corso innovativo per creare professionisti che siano in grado di progettare, valutare e attuare un Piano di Welfare per le aziende.

Si tratta di una Work Experience Specialistica, completamente finanziata dalla Regione Veneto e con tirocinio retribuito, destinata a 11 persone disoccupate oltre i 30 anni che, alla fine del percorso, potranno proporsi al mondo del lavoro con delle competenze altamente professionalizzanti. La formazione specialistica sarà infatti di 200 ore, e a seguire ci saranno 640 ore di tirocinio extracurricolare, al fianco di professionisti del settore.

Si tratta di un’ottima occasione per prepararsi ad una professione con sbocchi in un mercato del lavoro che si prospetta essere sempre più alla ricerca di questa figura.

La domanda di ammissione (che può essere scaricata qui) dovrà essere inviata entro le ore 18.00 del 22 febbraio 2017.

Per maggiori dettagli sul corso e per le iscrizioni clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top