My Cart 0

Blog

Il Fondo Sociale Europeo incontra le aziende

La Regione del Veneto e il Fondo Sociale Europeo a sostegno di progetti che favoriscono la competitività e la crescita professionale

Sostenere il rilancio dell’economia veneta, adeguando le competenze dei lavoratori, promuovere la competitività delle imprese e anticipare i fabbisogni, focalizzandosi sulla sostenibilità ambientale, l’economia digitale, la ricerca e l’innovazione.
Questi gli obiettivi del nuovo bando promosso dalla Regione del Veneto a sostegno di progetti che favoriscono la competitività e la crescita professionale. Nell’ambito di una relativamente piccola realtà aziendale della provincia di Padova, FALEGNAMERIA SARDENA SAS, Attivamente ha avviato un percorso formativo molto strutturato, che ha come obbiettivo finale l’innovazione di HR e dei metodi di lavoro operati.

L’azienda

Si tratta di un’azienda che opera nel settore secondario della lavorazione del legno nel territorio veneto e produce e vende principalmente complementi di arredo per il settore della
refrigerazione. L’impresa ha una commercializzazione nazionale e internazionale e in fase di analisi dei fabbisogni ha presentato il progetto di implementazione degli spazi logistici attraverso l’acquisto di un nuovo capannone.
L’attività artigianale di FALEGNAMERIA SARDENA è iniziata a Piazzola sul Brenta agli inizi degli anni Sessanta per idea di Sardena Alberto Luciano, che realizzava e vendeva mobili, serramenti e porte interne. La tematica strategica scelta da Falegnameria Sardena è la Lean Management per l’avvio di una nuova impresa organizzata e consapevole, con lo scopo di individuare e pianificare processi efficienti e strategie aziendali vincenti. Obiettivo finale, naturalmente, è quello di ottenere risultati misurabili e positivi.

Obiettivo dell’intervento

L’intervento, il cui titolo completo è “Lean organisation per il miglioramento e la ristrutturazione di Falegnameria Sardena”, è realizzato con risorse a valere sul Programma Operativo Regionale cofinanziato con il Fondo Sociale Europeo 2014–2020 di Regione del Veneto.
Tenuti da professionisti con pluriennale esperienza nell’ambito, i diversi interventi sono rivolti a tutti i componenti dell’organico aziendale, dai dipendenti ai titolari, e sono incentrati sul tema del Lean Management, per favorire lo sviluppo economico dell’azienda.

Il bisogno espresso dai titolari è quello di attuare una trasformazione di tipo organizzativo e operativo, in previsione di una nuova ristrutturazione logistica che prevede un ampliamento della sede operativa e una suddivisione della lavorazione in due reparti: reparto falegnameria e reparto schiumatura. La finalità del percorso formativo prevede di ristrutturare e modificare l’insieme di metodi e valori, attraverso interventi di formazione e consulenza sulla lean e sul miglioramento organizzativo.

Attraverso questo percorso formativo di innovazione sulle HR e sui metodi di lavoro operati, Falegnameria Sardena, oltre ad avere migliori opportunità di business e crescita legate all’aumento della produttività, porrà attenzione in maniera più consapevole anche all’impatto ambientale.

I miglioramenti previsti

Le imprese sono sempre più spesso chiamate a rivedere il rapporto con l’ambiente dalle prime fasi dell’attività fino alla destinazione finale del prodotto e agli smaltimenti e cioè, ad analizzare gli input di energia, riprogettare il prodotto in funzione dello smaltimento finale, controllare le emissioni e garantire la qualità del prodotto presso il consumatore, preoccupandosi inoltre della raccolta differenziata.

Ed è proprio in questa direzione che la Falegnameria si sta muovendo. In ottica lean, spostando i macchinari in maniera efficiente, si otterranno benefici anche a livello di impatto ambientale e miglioramenti per la salute dei lavoratori.
Un fattore centrale in tutto il progetto, infatti, è il raggiungimento di una migliore organizzazione e valorizzazione del capitale umano, che comporterà di riflesso una maggiore competitività nel mercato, a livello sia nazionale che internazionale.

A chi sono rivolti gli interventi?

Gli interventi formativi saranno diversificati, sulla base anche delle diverse figure professionali che vi parteciperanno. Alcuni saranno rivolti al vertice e riguarderanno ambiti come il controllo di gestione, il business planning e la progettualità; mentre altri vedranno la partecipazione sia dei titolari che dei dipendenti, in modo da permettere uno scambio proficuo di conoscenze e competenze e avranno l’obiettivo di formare le due compagini in un’ottica di azienda smart.
Sono previste attività di consulenza, coaching, action research e project work, che contribuiranno alla riuscita di una nuova organizzazione aziendale, in previsione di un nuovo assessment logistico e di spostamento di macchinari e parte produttiva in un capannone adiacente a quello esistente.
In particolare, l’obiettivo più ampio e a lungo termine, identificato dai soci titolari è quello di rendere le proprie risorse umane più consapevoli dell’importanza delle competenze trasversali.

I primi risultati visibili

Ai fini del monitoraggio delle attività e per verificare lo stato di avanzamento del progetto, in occasione di una visita aziendale durante una di queste giornate di formazione, abbiamo toccato con mano i cambiamenti che hanno iniziato ad avvenire in azienda.
Il colpo d’occhio è incredibile: già entrando nel capannone si vede un ambiente più organizzato, strutturato e ordinato e parlando con i dipendenti traspare la soddisfazione per questo cambiamento che sta avvenendo.
Un ambiente di lavoro ben organizzato influisce notevolmente sulla qualità del lavoro stesso, e il progetto mira proprio a questo.